Pozze cristalline e marionette

da Filippo Tuccimei

Pozze cristalline e marionette

Cercate un itinerario rinfrescante e non impegnativo diHiking&water? Anche voi reclusi in Lombardia? Speriamo ancora per poco, ma ad oggi non possiamo uscire.

Noi di  weBeach ci teniamo alla nostra comunità e alla sua temperatura … scopriamo insieme come rinfrescarsi in Lombardia!

L’itinerario parte dal grazioso paese di Erve, situato alle pendici del Monte Resegone a ca 600 m di altitudine, diviso longitudinalmente dal torrente Gallavesa, e caratterizzato da numerosi ponti che congiungono le case dell'una e dell'altra riva.

Erve vi accoglierà con creatività: gli abitanti si sfidano con divertenti marionette fatte di vasi, che assemblano dandogli una forma antropomorfa, per poi dipingerli con i colori più sgargianti.

Marionetta Rosa di Erve

Un’idea nata per intrattenere i bambini del locale oratorio, poi trasformatasi in una tradizione locale.

Attraversate tutto il paese, la strada termina con un grande  parcheggio gratuito. Se non trovate qui, in paese ci sono almeno altri 2 parcheggi: non vi incaponite ad arrivare fino in fondo se vedete parecchio viavai, la strada è stretta ed è facile che si ingorghi. E’ molto più rilassante fare due passi in più che imbottigliarsi in un paese così grazioso che davvero non lo merita!

Piuttosto se è un fine settimana molto caldo, scegliete di arrivare la mattina presto e certamente non avrete problemi. Se invece è già tardi beh … non disperate, vi spiego perchè più avanti.

Prendete la stradina in salita subito dopo la rotonda finale della strada, oltre il parcheggio e, dopo pochi metri, noterete le prime pozze d'acqua cristallina. Le pozze sono poco profonde (ca 1-1,5 m) ma deliziose. Subito dopo e precisamentequi vedrete di lontano una deliziosa spiaggetta di ghiaia.

Pozze di Erve

 

Individuate a destra la deviazione dal sentiero principale che la raggiunge. La spiaggetta è di ghiaia e ciottoli, incantevole e comoda, ma se avete voglia di ronfare 💤, portatevi un tappetino tipo yoga, addolcirà le zone più sassose.

La piscina naturale è poco profonda, ma a dir poco incantevole e si forma in una pausa che il torrente si concede dopo un paio di salti dell'acqua: sarete costantemente accompagnati dal confortante gorgoglio dell'acqua. 

Se proseguite oltre potete scoprire una bella  cascata: prendete una seconda deviazione che si inoltra nel bosco e seguitela fino in fondo. La deviazione è in piano e non più lunga di 100 m, però è un po' stretta ed esposta, perciò attenzione se siete con bambini: precedeteli in modo da verificarne di persona la fattibilità. La cascata è sempre in ombra ma non c’è molto spazio per fermarsi.

Cascata nascosta


Proseguendo oltre, evitate la deviazione presso la nicchia votiva rosa e prendete la successiva per una nuova pozza rinfrescante. Questa deviazione, non più di 50 m, è fattibile ma presenta un breve tratto ripido e scivoloso alla fine, di nuovo attenzione se siete con bambini o persone non nel pieno delle forze.

Si tratta di un bel posto con una  piscina naturale principale, profonda fino a 1,5 m, alimentata da una bella cascata.

Piscine naturali   

Oltre alla pozza principale ve ne sono qui altre più in basso che potrete esplorare.

Più avanti superato un ponticello in legno, ci sono  due pozze davvero poco profonde, ma adatte per un picnic.

Il sentiero principale esce gradualmente dal bosco, e arriva nei pressi di un bellissimo  alpeggio: lo scenario cambia radicalmente per farsi più montano. E’ possibile vedere di lontano alcuni camosci pascolare nella parte alta dell’alpeggio. Qui c’è posto veramente per tutti: un grande prato montano ospita armoniosamente tutti i tipi di tovaglie da picnic e troverete certamente un posto per pucciare i piedi nell’acqua del torrente.

Alpeggio Resegone

 


Perciò se capitate in una giornata calda e affollata e la sveglia non ha suonato ⏰ non disperate, qui c’è posto anche per voi! 😎

Per chi vuole inforcare i piedi sotto a un tavolo, in alpeggio c’è anche un agriturismo solitamente aperto per pranzo.

Il sentiero principale è semplice, non presenta ostacoli e misura, dal parcheggio all’alpeggio, 1 km per un dislivello di 70 m. E’ adatto ai bambini e si fa in 15 minuti circa.

Da qui, per chi vuole continuare a camminare, si snodano vari sentieri che risalgono il Resegone.

Certo non è questo il tipico itinerario di wild swimming che  weBeach ama proporre, le pozze sono poco profonde (1-1,5 m), ma è davvero una buona alternativa in Lombardia al caldo estivo, e presenta angoli davvero incantevoli!

Stay tuned, stiamo lavorando ad una guida sulla Lombardia! ;)


1 Risposta

barbara
barbara

09 giugno 2020

Stupendo davvero!!!
… Da provare prestissimo!!!

Lascia un commento

Commenti soggetti a moderazione


Altri post

Proteggiamo i torrenti, rispettiamo le comunità locali

da Filippo Tuccimei

Innamoratevi! Perché per frequentare le spiagge di torrente è necessario molto rispetto e alcune semplici regole da osservare.
Continua a leggere
Valle dell’Isonzo

da Filippo Tuccimei

E' una delle aree naturali meglio tutelate a livello europeo, dove le Alpi ed il fiume creano un mix esplosivo tra outdoor e wild swimming.
Continua a leggere
Ponte del Diavolo

da Filippo Tuccimei

Ecco un itinerario buono tutto l'anno, che incarna perfettamente l’ideale di weBeach, acqua, sport e cultura.
Continua a leggere