Termini e condizioni


weBeach ha fatto del suo meglio per fornire informazioni il più possibile accurate ed attendibili. weBeach é lieta di fornire nel seguito alcuni consigli generali utili alla fruizione degli itinerari proposti, così come tante indicazioni specifiche incluse nei contenuti in vendita su questo sito. weBeach declina, tuttavia, ogni responsabilità per qualsiasi danno, pregiudizio ed inconveniente dovesse derivare dall’utilizzo di questo sito e dei prodotti in vendita su di esso.


In generale le spiagge di weBeach non hanno bisogno di particolare abbigliamento o attrezzature rispetto ad una spiaggia libera di mare. Sono due gli articoli fortemente consigliati, sandali chiusi sul tallone con suola tecnica a “carrarmato” e zaini tecnici, capienti e comodi.

Per le famiglie, in particolare, l’autore può testimoniare che buona parte delle spiagge di weBeach è stata visitata con al seguito una bambina piccola che, all’inizio del ciclo di visite, aveva ca 6 mesi: da questa esperienza possiamo concludere che, ad una famiglia, non possono mai mancare un ombrellone da spiaggia, per evitare l’esposizione forzata ai raggi ultravioletti, del protettore solare e gli articoli necessari a trasportare il neonato / bambino: marsupi porta bambini (per i piccolissimi) e/o zaini porta bimbi (dall’anno – anno e mezzo in poi); entrambi possibilmente di tipo tecnico, cioè adatti a percorsi extra-urbani. È poi opportuno organizzarsi con cibo ed acqua, e con zaini comodi per trasportarli.

Detto ciò, per capire se un sito è o meno adatto alla vostra famiglia, è necessario innanzitutto fare un’analisi personale ed autonoma delle esigenze della stessa. 

Leggete questo articolo se volete saperne di più su equipaggiamento e famiglie.

Si sa l’aria pura mette fame … se volete quindi qualche suggerimento su un picnic da re o un beach barbecue, leggete qui.

Le spiagge di weBeach possono prevedere brevi tratti di fiume da guadare (nella stragrande maggioranza dei casi l’acqua arriva all’altezza del polpaccio di un adulto e quindi alla portata di tutti) di cui troverete i dettagli nell’itinerario che sceglierete. Per guadare un corso d’acqua, cosa comunemente fatta dai bagnanti e dalle famiglie, i due principali alleati sono anche qui dei sandali chiusi intorno al tallone e con suola tecnica con buona presa sul terreno (ideali sia per percorrere i sentieri di avvicinamento alle spiagge che per i greti, generalmente sassosi, dei corsi d’acqua) e lo zaino, utile a portare ciò che vi serve, liberando le mani (per darle ad esempio ai bambini).

Per guadare un corso d’acqua dovete in ogni caso sempre fare una valutazione autonoma delle vostre capacità anche in funzione delle condizioni delle correnti sul momento. In generale, con i corsi d’acqua, bisogna sempre evitare gli eventi di piena, nonché i momenti prima durante e dopo le precipitazioni che possono sensibilmente ingrossare i corsi d’acqua. Per maggiori dettagli su come guadare un corso d’acqua leggete l’articolo di weBeach qui

Si tenga inoltre presente che le forti piogge autunno-invernali e/o in generale un flusso d’acqua particolarmente violento può modificare, in un verso o nell’altro, il tipo di battigia di una spiaggia, spazzando ciottoli o sassi in favore di sabbia-ghiaia o viceversa: le descrizioni di weBeach in proposito sono state fatte sulla base di sopralluoghi ripetuti al fine di testarne l’affidabilità, ma il fenomeno è connaturato ai corsi d’acqua e quindi sempre possibile.


Tutte le strutture ricettive e di ristorazione segnalate da weBeach sono state provate, anche in più occasioni, per testarne le qualità. Tuttavia, soprattutto per le location un po’ decentrate, è sempre consigliabile telefonare prima di ogni visita per verificare che la struttura sia aperta e/o ci sia posto: in generale, pur presentando informazioni il più possibile aggiornate, le strutture presentate possono naturalmente cambiare la loro offerta, spostarsi oppure chiudere.


I sentieri di avvicinamento alle spiagge sono stati classificati da weBeach secondo la seguente scala : 


  • Facile: accessibile a tutti coloro che sono in normali condizioni fisiche;
  • Fattibile: accessibile ma con qualche ostacolo, costituito ad es. da una traccia non definita, poco o mal segnalata o un tratto un poco pendente, scivoloso od esposto, o un dislivello superiore ai 70 m o con una durata superiore ai 30 min di cammino; 
  • Intermedio: accessibile a coloro che sono in buone condizioni fisiche e con delle scarpe che abbiano un minimo di presa sul terreno (anche sandali se chiusi intorno al piede e con suola a carrarmato) per la presenza di ostacoli da non sottovalutare, come ad es. tracce indefinite, non segnalate, o tratti scivolosi od esposti, o un dislivello superiore ai 100 m o con una durata superiore ai 45 min di cammino;
  • Difficile: accessibile ad esperti ed attrezzati camminatori per la presenza di ostacoli rilevanti, come ad es. tracce indefinite, non segnalate, tratti molto pendenti, scivolosi od esposti, facili arrampicate o ferrate, un dislivello superiore ai 100 m, con una durata superiore ai 60 min di cammino.